Home Page
Casa editrice
Novità
Catalogo
Autori
Collane e Generi
Appuntamenti
Trailer
Foreign Rights
Contatti


newsletter

 



  Vai al sito www.illibraio.it   
  I più deserti luoghi
Silvana Gandolfi
Narrativa
Collana: Scrittori
Pagine: 307
Prezzo: € 15.00
In libreria dal: 12 Marzo 2015
Libro  disponibile

   
 
 IL LIBRO  
Olga Misurati, una donna di quarantasette anni, è scomparsa nel nulla da oltre due settimane. Il portiere del suo palazzo, preoccupato, rintraccia uno zio. L’appartamento è deserto: Olga ha lasciato solo una valigia aperta, come se stesse per partire per chissà dove, e un diario, dove racconta i suoi ultimi mesi. Solitaria, dimessa, ha dedicato tutta la sua vita al fratello, Leandro, con cui vive nella grande casa di famiglia: dopo la morte della madre, devastata dalla depressione, il padre si è rifatto una vita in Australia. Olga accudisce il fratello disabile e quasi cieco, risvegliatosi per miracolo da un coma durato dieci anni. Fra le tante stanze disabitate dell’appartamento, dove regna un «silenzio plumbeo e misterioso», una in particolare racchiude un universo segreto. Dietro una porta blindata, nascosta a sua volta da un vecchio arazzo, si trova la «sala gialla», dove nulla può filtrare dal mondo esterno. È un luogo magico, un tempio dell’interiorità, dove spira «un alito freddo» e indefinibile, l’oro delle tappezzerie sbiadito dal tempo. È qui che Leandro si trasforma: investito da una sorta di potere sciamanico, coinvolge la sorella nel «Gioco», in cui evoca paesaggi illusori ma estremamente vividi. Ma cos’ha spinto Olga alla fuga? Quali segreti ha affidato alle pagine del suo diario? Cosa nasconde il rapporto morboso tra fratello e sorella? Silvana Gandolfi, già affermata autrice di libri per bambini, esordisce con un noir psicologico di rara intensità, fra ambienti goticamente moderni, teatro di solitudini irrimediabili, quotidiane. Sono i «più deserti luoghi», dove vagano anime senza speranza, perennemente in bilico fra ricordi, presenze impalpabili, lucidi deliri: in fondo, «la pazzia non è che un modo oscuro di dire verità profonde».  
 
 I GIUDIZI  
«È terribile e affascinante gettare lo sguardo oltre quella porta blindata, dentro una mente determinata a difendersi dalla realtà.» Marta Morazzoni  
 
 UN BRANO  
«È ridicolo sentirsi in colpa per l’assenza misteriosa della signorina Olga Misurati: che poteva fare di più? Ieri quando si è reso conto di non veder passare la signorina da molto, troppo tempo, è salito al primo piano. Ha suonato, ha bussato a lungo. Nessuna risposta.»  
 
  L'AUTORE  
Silvana Gandolfi