Home Page
Casa editrice
Novità
Catalogo
Autori
Collane e Generi
Appuntamenti
Trailer
Foreign Rights
Contatti


newsletter

 



  Vai al sito www.illibraio.it   
  PROFUMI
Inventario sentimentale degli odori di una vita
Philippe Claudel
Traduzione di Francesco Bruno
Autobiografia
Collana: Romanzi
Pagine: 176
Prezzo: € 14.00
In libreria dal: 21 Febbraio 2013
Libro  disponibile

   
 
 IL LIBRO  
È possibile raccontare una vita, la propria, attraverso gli odori che ne hanno caratterizzato i momenti salienti, destinati a imprimersi nella memoria? Per Philippe Claudel non è solo possibile, è una realtà a tutti gli effetti, che si snoda qui, tra le pagine di questo piccolo gioiello di carta e inchiostro, il suo libro più recente: Profumi. Vero e proprio puzzle olfattivo composto di sessantatré tessere rigorosamente in ordine alfabetico, Profumi rievoca un mondo ormai perduto, fatto di gente semplice, indissolubilmente legato all’infanzia, all’adolescenza e alla giovinezza del suo autore.
Tra i boschi di conifere, i campi e i fiumi della Lorena qui descritti, tornano a vibrare attraverso la rievocazione sentimenti ed emozioni che, descritti con la libertà poetica e il tocco leggero del grande scrittore che sa stuzzicare i sensi di ognuno, trascendono la dimensione più strettamente personale per approdare a un’esperienza universale.
 
 
 I GIUDIZI  
"Come un buon vino sprigiona poco a poco i suoi aromi, i profumi evocati da Claudel risvegliano, insieme ai suoi, anche i nostri ricordi. Accurate come miniature, le sue frasi sono retini per farfalle. Catturano attimi universali di complicità tra un padre e un figlio, fruscii d’avventura tra l’erba, emozioni adolescenziali."
Elle
"Il naso di Claudel gioca a fare il narratore. Ed eccelle in questo gioco. Descrive l’indescrivibile, il minuscolo, l’impercettibile, con una disinvoltura sconcertante, cerca il lazzo, talvolta persino la rima, si diverte, pensa, ricorda, respira il mondo con invidia e ci incanta."
Le Point
 
 
 UN BRANO  
"Non sento più soltanto un odore di biancheria lavata, pulita, ma quello di una geografia di terra e di vento, selvaggia e vasta, distesa di un’infinità di racconti, di favole, di canti, d’immagini che ho letto e guardato, e che fanno di me, lì sotto i tetti, nei primi passi del sonno... un viaggiatore celeste e sereno, una creatura vulnerabile che per un momento sa di essere circondata d’affetto e di essere felice."  
 
  L'AUTORE  
Philippe Claudel