Home Page
Casa editrice
Novità
Catalogo
Autori
Collane e Generi
Appuntamenti
Trailer
Foreign Rights
Contatti


newsletter

 



  Vai al sito www.illibraio.it   
  BUFALE APOCALITTICHE
Le catastrofi annunciate (e mai avvenute) del terzo millennio
Andrea Kerbaker
Saggistica
Collana: Inchieste
Pagine: 140
Prezzo: € 13.00
In libreria dal: 9 Settembre 2010
Libro  disponibile

   
 
 IL LIBRO  
Bovini che impazziscono e diffondono raccapriccianti morbi cerebrali. Insetti metaforici quanto devastanti per qualunque sistema informatico del pianeta. Microrganismi in grado di contagiare l’uomo tramite polli, mucche, maiali o, pensate un po’, la posta. Pandemia, strage, apocalisse: sono questi i termini piu ricorrenti sulla stampa all'alba del terzo millennio. Se poi ci toccano in ciò che abbiamo di piu caro, ossia il portafoglio, l'inquietudine diventa palpabile: il disgraziato passaggio all’euro e la folle corsa al rialzo del prezzo del petrolio sono lì a dimostrarlo. Su tutto, un unico denominatore comune: il terrore non corre più sul filo, ma sulla carta stampata, sui comunicati istituzionali e le dichiarazioni più o meno roboanti degli opinion makers di turno.
Storie di ordinaria isteria? Psicosi globalizzate? Oppure "pandemie dell'indecenza" o banalmente bufale colossali? In uno scenario a metè tra il millenarismo medievale e il polpettone hollywoodiano, l'autore analizza il ruolo dei media, di enti pubblici e privati, di esperti e politici, dell’ipocondria di massa che dilaga, questa sì con la rapidità di un virus per poi lasciare che tutto scivoli lentamente nell'oblio in attesa di una nuova epidemia, ecatombe o attacco terroristico.

Guarda l’intervista a Andrea Kerbaker su ODEON TV:
 
 
 UN BRANO  
"Sono un uomo fortunato. Riguardo il mio passato recente e scopro di essere sopravvissuto alle innumerevoli minacce che negli ultimi dieci anni hanno agitato il pianeta. È proprio vero: ce l’ho fatta, eccomi qui, a poter rievocare i primi anni del terzo millennio. Sereno, tranquillo, nella mia condizione privilegiata di sopravvissuto. Senza neanche ui graffio. E con me la mia famiglia: mia moglie, i miei figli. Anche i miei genitori sono riusciti a passare l’ottantina senza particolari problemi. Non c’è che dire: siamo proprio fortunati. Anzi, forse fortunati non è abbastanza, è un understatement: la parola giusta è miracolati.
E già, perché negli ultimi dieci anni, a dar retta alle notizie che via via si affastellavano sui nostri media, avremm dovuto morire decine di volte, nelle maniere più strane..."
 
 
  L'AUTORE  
Andrea Kerbaker