Home Page
Casa editrice
Novità
Catalogo
Autori
Collane e Generi
Appuntamenti
Trailer
Foreign Rights
Contatti


newsletter

 



  Vai al sito www.illibraio.it   
  IL VIAGGIATORE DEL SECOLO
Andrés Neuman
Traduzione di Silvia Sichel
Narrativa
Collana: Romanzi
Pagine: 492
Prezzo: € 20.00
In libreria dal: 10 Giugno 2010
Libro  disponibile

   
 
 IL LIBRO  
Germania, XIX secolo. Nella sperduta cittadina di Wandernburgo approda una notte Hans, giovane traduttore giramondo. Quella che sembra una tappa nel suo viaggio si trasforma nella più inesorabile e splendida delle trappole: l’incontro con un circolo letterario e con un saggio suonatore di organetto; una catena di misteriosi delitti; e soprattutto l’amore memorabile per Sophie, donna profondamente sensuale e intellettualmente stimolante, un amore che farà «tremare letti e libri»: tutto lo trattiene in questo luogo bizzarro e senza confini, dove le strade cambiano sempre posizione e da dove nessuno sembra sia mai riuscito a ripartire.
Facendo eco a Goethe, Borges, Calvino, Il viaggiatore del secolo propone un ambizioso esperimento: leggere l’Ottocento con lo sguardo del ventunesimo secolo.Vero e proprio dialogo fra il grande romanzo ottocentesco e le moderne avanguardie, questo «romanzo totale» è un ponte fra la storia e i temi del nostro presente globale: le migrazioni, i nuovi nazionalismi, l’emancipazione della donna.
 
 
 I GIUDIZI  
"Andrés Neuman è toccato dalla grazia, e la letteratura del XXI secolo sarà affar suo e di pochi suoi fratelli di sangue... Ogni buon lettore ritroverà nelle sue pagine ciò che è dato incontrare solo nella grande letteratura."
Roberto Bolaño
"È uno degli scrittori più scrittori che conosco. Ha il dono della parola e della realtà, come se sapesse che osservare a fondo la realtà conduce direttamente al fantastico, forse perché il fantastico è il nocciolo del reale."
Justo Navarro, El País
"Divertente, intelligente, agile, acutissimo. La prosa squisita si combina con la sensibilità di uno scrittore che scrolla ogni certezza e sfugge ogni etichetta."
Clarín
 
 
 UN BRANO  
Non lo so, disse Hans, penso mi spaventi continuare a vedere Sophie e poi essere costretto ad andarmene, che sarebbe il peggio del peggio, forse dovrei partire adesso, ora che sono ancora in tempo (ma un amore non è forse questo? chiese il vecchio, un amore è essere felici e fermarsi), non ne sono certo, amico mio, io ho sempre creduto che l’amore fosse puro movimento, una specie di viaggio (e se l’amore è un viaggio, ragionò il vecchio, perché partire allora?) bella domanda, be’, ad esempio, per tornare, per essere convinti di dove ci si vuole fermare, come si fa a sapere che si è nel posto giusto se non lo si è mai lasciato?"  
 
  L'AUTORE  
Andrés Neuman