Home Page
Casa editrice
Novità
Catalogo
Autori
Collane e Generi
Appuntamenti
Trailer
Foreign Rights
Contatti


newsletter

 



  Vai al sito www.illibraio.it   
  MENO DI NIENTE
Hegel e l'ombra del materialismo dialettico
Slavoj Žižek
Traduzione di Carlo Salzani e Willer Montefusco
Saggistica
Collana: Saggi
Pagine: 704
Prezzo: € 29.00
In libreria da 31 October 2013
Libro  disponibile

   
 
 IL LIBRO  
Platone, Hitchcock, l’Essere e il Nulla, Fichte, la fisica quantistica, la realtà delle finzioni, il Nirvana, Marx, Freud, la plebe, la follia, il sesso... e soprattutto Hegel e Lacan, anzi, più precisamente, la riscrittura lacaniana della dialettica di Hegel. Meno di niente, l’ultima fatica filosofica di Slavoj Žižek (di cui qui pubblichiamo le prime due parti) è un libro sterminato, che sembra voler parlare di «tutto quanto si trova sotto il cielo». Ma è anche un’opera destinata a far ricredere quanti considerano Hegel come il filosofo del «Sapere assoluto» che fagocita ogni cosa e la filosofia post-hegeliana (che spesso è filosofia anti-hegeliana) come ciò che pone rimedio a questa follia idealista. Perché la nostra situazione è identica a quella con cui doveva fare i conti Hegel e, forse, l’unico modo che abbiamo oggi di prevenire la catastrofe, di fermare l’accelerazione capitalistica, animata da un’implacabile pulsione di morte, è ripetere Hegel. Tuttavia, che cosa accadrebbe se per questa via approdassimo a una semplice, quanto sconvolgente, conclusione? «Se c’è qualcosa anziché il nulla, ciò non avviene perché la realtà ecceda il mero nulla, ma perché la realtà è meno di niente».  
 
 I GIUDIZI  
"Žižek ci fa pensare l'impensabile."
New Internationalist
 
 
 UN BRANO  
"Ricordo di aver visto la fotografia di un gatto sottoposto a un esperimento di laboratorio in una centrifuga, con le ossa mezze rotte, il pelo mezzo strappato, gli occhi che guardavano indifesi la macchina fotografica – questo è lo sguardo dell’Altro disconosciuto, non solo dai filosofi, ma dagli esseri umani in quanto tali."  
 
  L'AUTORE  
Slavoj Žižek