Home Page
Casa editrice
Novità
Catalogo
Autori
Collane e Generi
Appuntamenti
Trailer
Foreign Rights
Contatti


newsletter

 



  Vai al sito www.illibraio.it   
  MENO DI NIENTE 2
Hegel e l'ombra del materialismo dialettico
Slavoj Žižek
Traduzione di Carlo Salzani e Willer Montefusco
Saggistica
Collana: Saggi
Pagine: 720
Prezzo: € 32.50
In libreria da 23 October 2014
Libro  disponibile

   
 
 IL LIBRO  
Platone, Hitchcock, l’Essere e il Nulla, Fichte, la fisica quantistica, la realtà delle finzioni, il Nirvana, Marx, Freud, la plebe, la follia, il sesso... e soprattutto Hegel e Lacan, anzi, più precisamente, la riscrittura lacaniana della dialettica di Hegel. Meno di niente, l’ultima fatica filosofica di Slavoj Žižek, è un libro sterminato, che sembra voler parlare di «tutto quanto si trova sotto il cielo». Ma è anche un’opera destinata a far ricredere quanti considerano Hegel come il filosofo del «Sapere assoluto» che fagocita ogni cosa e la filosofia post-hegeliana (che spesso è filosofia anti hegeliana) come ciò che pone rimedio a questa follia idealista. Perché la nostra situazione è identica a quella con cui doveva fare i conti Hegel e, forse, l’unico modo che abbiamo oggi di prevenire la catastrofe, di fermare l’accelerazione capitalistica, animata da un’implacabile pulsione di morte, è ripetere Hegel. Tuttavia, che cosa accadrebbe se per questa via approdassimo a una semplice, quanto sconvolgente, conclusione? «Se c’è qualcosa anziché il nulla, ciò non avviene perché la realtà ecceda il mero nulla, ma perché la realtà è meno di niente».  
 
 I GIUDIZI  
"Leggere Žižek è un’esperienza straordinaria."
The Observer
 
 
 UN BRANO  
"Tutto quello che diciamo adesso può esserci sottratto, può essere recuperato dal nemico, tranne il nostro silenzio. Il silenzio, il rifiuto del dialogo, di ogni atteggiamento incline a chiudere la questione, è il nostro 'terrore', inquietante e minaccioso quanto è bene che sia."  
 
  L'AUTORE  
Slavoj Žižek