Home Page
Casa editrice
Novità
Catalogo
Autori
Collane e Generi
Appuntamenti
Trailer
Foreign Rights
Contatti


newsletter

 



  Vai al sito www.illibraio.it   
  I PADRONI DELL'UMANITA'
Saggi politici 1970-2013
Noam Chomsky
Traduzione di Alessandro Ciappa, Marianna Matullo, Valentina Nicolì
Saggistica
Pagine: 272
Prezzo: € 16.50
In libreria dal: 23 Gennaio 2014
Libro  disponibile

   
 
 IL LIBRO  
In questa straordinaria raccolta – che antologizza oltre quarant’anni di lotte e di pensiero – è il rigore dell’analisi a trascinare sul banco degli imputati i «padroni dell’umanità» e le idee che per decenni, anzi secoli, hanno giustificato lo sfruttamento capitalistico e le guerre, dal Vietnam al Nicaragua, dal Centro America alla Serbia e all’Iraq. Principali accusati restano gli Stati Uniti: un’economia ufficialmente liberista ma in realtà sovvenzionata dallo Stato, una visione «messianica» del proprio ruolo nel mondo, una società dominata dalle multinazionali, la manipolazione dell’opinione pubblica per costruire un «consenso senza consenso» e piegare le masse «stupide» alla volontà di pochi «illuminati», la deroga al principio di universalità che vorrebbe regole uguali per tutti nel diritto internazionale, l’indifferenza e anzi l’occultamento della catastrofe ambientale: sono questi per Chomsky gli elementi fondanti di un potere non solo statunitense ma globale, che agisce per assoggettare i popoli e fare gli interessi di pochi, con il consenso e il belletto intellettuale fornito dalle tecno-intellighenzie di turno.
È questo universale richiamo morale il fiume carsico di tutte le opere di Chomsky, una delle voci più autorevoli dei nostri tempi, in grado come pochissimi altri di pronunciare verità indocili e di indicare la strada di un vero cambiamento.
 
 
 I GIUDIZI  
"Un demolitore di verità accettate."
The New York Times
"Il più importante intellettuale vivente."
The New York Times Book Review
"Un eroe radicale del nostro tempo... una mente eccelsa."
The Guardian
 
 
 UN BRANO  
"Possiamo creare il futuro invece di limitarci a ossevare il corso degli eventi. Data la posta in gioco, sarebbe criminale farsi sfuggire l'occasione."  
 
  L'AUTORE  
Noam Chomsky