Home Page
Casa editrice
Novità
Catalogo
Autori
Collane e Generi
Appuntamenti
Trailer
Foreign Rights
Contatti


newsletter

 



  Vai al sito www.illibraio.it   
  IL TUO SUONO E' SACRO
Ritrovare se stessi attraverso il canto
Igor Ezendam
Autobiografia
Pagine: 144
Prezzo: € 12.00
In libreria dal: 24 Ottobre 2013
Libro  disponibile

   
 
 IL LIBRO  
Igor Ezendam, cantautore, musicista, polistrumentista, artista olandese, si racconta in una biografia musicale eclettica e suggestiva come la vita del suo protagonista. È una storia che parte da lontano, dal quarto piano di un palazzo di Amsterdam sul canale Prinsengracht, e arriva in molti luoghi: ovunque Ezendam sia chiamato a cantare o parlare di "liberazione vocale", che si tratti di un campo sufi sulle Alpi svizzere o alla Camera dei Deputati a Roma fa poca differenza. È una strada che comincia con un bambino che non riesce a urlare, a tirare fuori la propria voce, e termina in acclamate performance di canto armonico – un canto al contempo umano e divino, sciamanico e antico. Tra incontri straordinari, scelte coraggiose, invenzione di strumenti musicali esposti in importanti musei europei e, soprattutto, viaggi sonori che attraversano tutto il mondo, Igor Ezendam impara ad ascoltare i propri bisogni, ad aprire ogni frammento di sé a tutto ciò che proviene da fuori come dai moti più interni dell’anima. Fino al punto da riuscire a trasmettere questo suo sapere agli altri, ad aiutarli attraverso il suono e l’autoconsapevolezza a liberare il proprio "io" più profondo.
Libro da usare, e non solo da leggere, Il tuo suono è sacro racconta aneddoti, propone esercizi. Indica una rotta diversa, che porta più in alto, oltre ciò che vediamo, e più in basso, nel cuore della Madre Terra. O, più semplicemente, all’interno di noi stessi: il luogo da cui partono tutte le vie d’uscita.
 
 
 UN BRANO  
"Cerco di vivere le giornate a modo mio, dando a ogni attimo il mio personale ritmo. Non si tratta di un ritmo regolare, ma di un tempo scandito da quel flusso creativo che più sento giusto per me. Ascolto semplicemente i miei bisogni, cercando di riposare quando sono stanco, di mangiare quando ho fame, e lasciare che accada quello che deve accadere. Cammino cantando il mio mondo, manifestandolo, proprio come nel Dreamtime, il Tempo del Sogno dei nativi australiani. E così ogni mio pensiero, suono, parola o azione diventa uno strumento per (in)cantare la vita."  
 
  L'AUTORE  
Igor Ezendam