Home Page
Casa editrice
Novità
Catalogo
Autori
Collane e Generi
Appuntamenti
Trailer
Foreign Rights
Contatti


newsletter

 



  Vai al sito www.illibraio.it   
  L'ORDINE LIBERTARIO
Vita filosofica di Albert Camus
Michel Onfray
Traduzione di Michele Zaffarano
Saggistica
Collana: Saggi
Pagine:
Prezzo: € 28.00
In libreria dal: 17 Ottobre 2013
Libro  disponibile

   
 
 IL LIBRO  
Sono passati cento anni esatti dalla sua nascita e Albert Camus è uno degli scrittori più letti e più amati del mondo. I romanzi Lo straniero, La peste, La caduta, i saggi filosofici Il mito di Sisifo e L’uomo in rivolta, che coniugano al massimo grado il senso dell’assurdità del vivere e il continuo risorgere della speranza e dell’impegno, vengono continuamente ristampati in tutte le lingue e appassionano nuove generazioni.
Michel Onfray, tra i più noti filosofi viventi, gli ha dedicato questa imponente «biografia filosofica», un caso editoriale enorme in Francia, che testimonia finalmente la grande radicalità e originalità del suo pensiero. Nato ad Algeri,Camus apprese la filosofia nello stesso tempo in cui scopriva un mondo al quale rimase fedele tutta la vita: il mondo dei poveri, degli umiliati, delle vittime. Il mondo di suo padre, contadino morto in guerra, e quello di sua madre, donna delle pulizie incolta ma modello di virtù che Onfray definisce «mediterranee»: coraggio, senso dell’onore, modestia, dignità. La vita filosofica di Albert Camus, che fu edonista, libertario, anarchico, anticolonialista e visceralmente ostile a ogni totalitarismo, illustra pienamente lo svolgersi di questa «morale solare» e offre a tutti noi non solo pagine di grande lucidità e passione, come quella che Onfray nutre, e fa nutrire, per Albert Camus,ma anche un praticabile modello di vita e di pensiero. «Io stimo tanto più un filosofo quanto più egli è in grado di dare un esempio» è l’epigrafe nietzscheana di questo libro: e Camus è per Onfray, e certamente diverrà per molti lettori, il migliore esempio.
 
 
 I GIUDIZI  
"Un superbo monumento alla gloria di Camus. Raramente si è vista una tale fusione tra l’autore e il suo argomento. Onfray e Camus, ovvero l’incontro tra due figli poveri, due ribelli, due adepti di un pensiero delle 'verità concrete'."
Le Point
"Uno dei libri più lucidi e al contempo più luminosi che siano apparsi da molti anni a questa parte. È l’opera più utile e più efficace per comprendere non solo il ruolo di Albert Camus nel pensiero del XX secolo, ma la stessa storia del XX secolo."
Le Magazine des livres
 
 
 UN BRANO  
"Albert Camus scriveva nel 1953, sui suoi Taccuini: Chiedo una cosa sola, ed è una richiesta umile, benché io sappia che è esorbitante: esser letto con attenzione'. È dunque perché fosse reso onore alla sua memoria, perché fosse letto veramente, perché si andasse ai testi, a tutti i suoi testi, è perché si potesse intrecciare il suo pensiero con la sua esistenza, è perché la sua esemplare e impeccabile vita filosofica potesse essere celebrata, che, dopo averlo letto con attenzione, ho voluto scrivere questo libro."  
 
  L'AUTORE  
Michel Onfray