Home Page
Casa editrice
Novità
Catalogo
Autori
Collane e Generi
Appuntamenti
Trailer
Foreign Rights
Contatti


newsletter

 



  Vai al sito www.illibraio.it   
  UNA BREVE SOSTA NEL VIAGGIO DA AUSCHWITZ
Göran Rosenberg
Traduzione di Alessandro Bassini
Narrativa
Collana: Romanzi
Pagine: 368
Prezzo: € 15.80
In libreria dal: 24 Gennaio 2013
Libro  disponibile

   
 
 IL LIBRO  
La «breve sosta» che dà il titolo a questo libro è quella del suo protagonista, Dawid, un giovane ebreo sopravvissuto al campo di sterminio. Dawid ormai non c’è più e, a distanza di anni, suo figlio Göran cerca di farlo rivivere attraverso il ricordo, attraverso il potente strumento della parola e del racconto. Aggrappandosi con forza a qualsiasi traccia ne attesti l’esistenza, i giorni di gioia e quelli della tragedia indicibile, Göran ne ricostruisce il viaggio «di ritorno» da Auschwitz, il suo disperato tentativo di riprendere a vivere in una cittadina svedese, perché come scrive l’autore «visto che i pochi rimasti in vita alla fine del viaggio raramente hanno seguito lo stesso tragitto, è facile che le strade di ritorno da Auschwitz scompaiano nell’oblio».
Tra pagine di rabbia e di affetto, di commozione e di indignazione, Rosenberg mantiene vivo fino all’ultimo il profondo dialogo con il padre, consegnandoci una storia solo apparentemente familiare, una storia che parla al cuore e alla mente dell’umanità intera, di ogni epoca e latitudine. Per non dimenticare. Per non ripetere.
 
 
 I GIUDIZI  
«Intelligente, malinconico, bello e molto intimo. Quello di Goran Rosenberg è un contributo unico alla storia dell’Olocausto». Dagens Nyter "Rosenberg innalza la vicenda del padre al rango di prosa altissima. Grande letteratura."
Dag od Tid
"Una magistrale evocazione dell’infanzia, una storia vera che ha tutta la potenza del romanzo."
Aftonbladet
"Pura magia. La cosa più vicina a un grande romanzo senza mai discostarsi dalla storia vera."
Gefle Dagblad
 
 
 UN BRANO  
"In quella sera ancora precoce e luminosa, in quel posto dove è appena arrivato con il treno, trascina due valigie consunte e piuttosto pesanti, insieme ai suoi tre – non proprio intimi ma pur sempre – amici. Nonostante tutto, non sa ancora quanto si fermerà qui. La sua vita è appena ricominciata, eppure i suoi effetti personali pesano già parecchio."  
 
  L'AUTORE  
Göran Rosenberg