Home Page
Casa editrice
Novità
Catalogo
Autori
Collane e Generi
Appuntamenti
Trailer
Foreign Rights
Contatti


newsletter

 



  Vai al sito www.illibraio.it   
  L'INCHIESTA
Philippe Claudel
Traduzione di Francesco Bruno
Narrativa
Collana: Romanzi
Pagine: 208
Prezzo: € 16.80
In libreria da 26 January 2012
Libro  disponibile

   
 
 IL LIBRO  
Giunto in città per indagare su un’ondata di suicidi tra i dipendenti di una fantomatica Azienda, l’Inquirente si ritrova catapultato in una realtà surreale, ai limiti dell’assurdo, inizialmente grottesca ma poi sempre più inquietante e sinistra. E così, quella che in prima battuta sembrava una missione come tante compiute in passato, per il povero Inquirente si trasforma in un’impresa impossibile, dove l’ordine normale delle cose è sovvertito, i confini tra il bene e il male diventano labili e la possibilità di far luce su quelle morti ormai passate in secondo piano una speranza sempre più flebile.
Attraverso pagine di fortissimo impatto emotivo, a fronte di uno stile essenziale, quasi lapidario, Philippe Claudel mette in scena un mondo non poi così distante dall’abominio di un certo nostro presente, dove l’individuo, a partire dal suo essere lavoratore, ha perso gran parte della dignità, è stato trasformato in una creatura robotomizzata, anello anonimo all’interno di un meccanismo imperscrutabile, che tutto controlla e tutto decide in maniera inappellabile.
 
 
 I GIUDIZI  
"Claudel si è definitivamente imposto come uno dei migliori romanzieri della sua generazione."
Fabio Gambaro, la Repubblica
"Probabilmente il migliore scrittore francese della sua generazione."
Massimo Romano, ttL - La Stampa
"Finalmente la letteratura francese sembra riscattarsi da anni di 'scrittura debole', anzi debolissima... Philippe Claudel richiama la tradizione del romanzo novecentesco."
Fulvio Panzeri, Avvenire
 
 
 UN BRANO  
"L’Azienda è un colosso dai piedi d’argilla. Il nostro mondo è un colosso dai piedi d’argilla. Il problema è che pochi esseri come lei, intendo i piccoli, gli sfruttati, gli affamati, i deboli, i servi contemporanei, se ne rendono conto. Non è più tempo di scendere per le strade e di tagliare la testa ai re. Da un pezzo non ci sono più re. I monarchi di oggi non hanno più testa né volto. Sono dei meccanismi finanziari complessi, degli algoritmi, delle proiezioni, delle speculazioni su rischi e perdite, delle equazioni di quinto grado. I loro troni sono immateriali, sono schermi, fibre ottiche, circuirti stampati, e il loro sangue blu sono le informazioni cifrate che vi circolano a velocità superiori a quella della luce. I loro castelli sono diventati delle banche dati."  
 
  L'AUTORE  
Philippe Claudel