Home Page
Casa editrice
Novità
Catalogo
Autori
Collane e Generi
Appuntamenti
Trailer
Foreign Rights
Contatti


newsletter

 



  Vai al sito www.illibraio.it   
  RIAPRIRE LA PARTITA
Per una nuova generazione di buona politica: i discorsi tenuti al 1° congresso di Sinistra ecologia libertà
Nichi Vendola
Collana: Saggi
Pagine: 176
Prezzo: € 12.00
In libreria dal: 9 Dicembre 2010
Libro  disponibile

   
 
 IL LIBRO  
Se riteniamo che la qualità della società in cui viviamo sia fondamentale per il nostro buon vivere, non possiamo non interrogarci sul nostro rapporto tra politica e felicità. Ma da dove cominciare? Siamo nel pieno di una crisi d’epoca, in cui non si può rintracciare un modello assoluto, un’ideologia, che plasmi la società a sua immagine. Le antiche costruzioni teoriche e pratiche della sinistra, in Italia e nel mondo, non rispondono più alle domande di senso presenti nella nostra società. Le risposte a questa crisi di senso si alternano tra populismo e tecnocrazia. La complessità è vissuta nella paura delle diversità, nell’abbandono dei pensieri lunghi, nel trionfo dell’anaffettività. «Riaprire la partita» e non «riaprire un partito», dunque, per ripensare alla passione politica come ad una grande azione collettiva necessaria per cambiare il mondo.
Attraverso le parole di Nichi Vendola e quelle del manifesto, proposte nel congresso fondativo di Sinistra ecologia libertà, riemerge l’urgenza di una nuova politica per un’alternativa di società, per restituire senso ad un grande percorso di liberazione: del lavoro, dell’ambiente, dei saperi, ma anche delle parole e degli affetti. Una presenza inedita nel panorama politico contemporaneo, un libro ricco e pieno di suggestioni, una «narrazione» del cambiamento ripartendo dai vissuti, dalle speranze, dalle idee di uomini e donne che non hanno smesso di sognare la concretezza di «un’Italia migliore».
 
 
 UN BRANO  
"Noi dovremmo tornare alla bellezza. La bellezza delle relazioni. La bellezza dell’accogliere l’ambiente naturale. La bellezza dell’accogliersi tra generi. La bellezza dell’accogliersi tra generazioni, tra vivente e non vivente. La bellezza di custodire per trasmettere al futuro. La bellezza di immaginare che il presente non siano queste sabbie mobili di precarietà, ma sia la capacità di far tesoro del passato, anche di saperci congedare dal passato, ma non per rimanere bloccati qui, piantati in questo eterno presente ma per riprendere il cammino.
Perché siamo sempre quelli che hanno nostalgia del futuro."
 
 
  L'AUTORE  
Nichi Vendola