Home Page
Casa editrice
Novità
Catalogo
Autori
Collane e Generi
Appuntamenti
Trailer
Foreign Rights
Contatti


newsletter

 



  Vai al sito www.illibraio.it   
  LA SFIDA OSCURANTISTA DI JOSEPH RATZINGER
Paolo Flores d'Arcais
Saggistica
Collana: Saggi
Pagine: 160
Prezzo: € 13.00
In libreria dal: 4 Novembre 2010
Libro  disponibile

   
 
 IL LIBRO  
Il 21 settembre 2000, al teatro Quirino di Roma, oltre duemila persone assisterono a un confronto tra Paolo Flores d’Arcais, direttore di MicroMega, e un ospite d’eccezione: Joseph Ratzinger, allora prefetto della Congregazione per la dottrina della fede. Il futuro papa Benedetto XVI spiegò come il cattolicesimo facesse «appello alla coscienza e alla ragione», ponendosi in una linea di «continuazione del pensiero umano che ha criticato le religioni», in qualche misura compatibile con le conquiste dell’Illuminismo. Ratzinger insisteva nel trovare un terreno di discussione con gli atei, quasi prendendo le distanze dalla crociata wojtyliana contro il relativismo.
Cosa è accaduto, nel frattempo, in questi dieci anni? In un lungo saggio che precede la trascrizione integrale e fedele di quel fortunato incontro, Flores d’Arcais tenta un’analisi ragionata del pontificato di Ratzinger. Il percorso della Chiesa da Giovanni XXIII a Benedetto XVI costituisce non una battuta d’arresto ma un autentico rovesciamento dello spirito del Concilio Vaticano II, sostiene Flores, fino all’odierno scontro con l’aspirazione umana all’autonomia, a quell’autos nomos che è «darsi legge da sé» anziché accoglierla da Dio. Dalle crociate pontificie contro l’eutanasia, l’aborto e l’uso del preservativo, all’omertà vaticana nei confronti di tanti scandali in cui sono coinvolti elementi di spicco della Chiesa, in primo luogo quello della pedofilia, ecco come e perché la Chiesa ha abbandonato quei germogli di apertura nei confronti del mondo moderno, laico e democratico, per abbracciare una battaglia politica teocratica e oscurantista.
 
 
 UN BRANO  
"Dopo la sua elezione al pontificato, il mio confronto con Joseph Ratzinger non è potuto continuare che a distanza. In articoli, saggi, conferenze. Che volta a volta toccavano un aspetto delle scelte pastorali o teologiche di Benedetto XVI. Il lungo saggio, che costituisce la prima parte di questo volume, rappresenta l’approdo provvisorio del mio punto di vista sulla sua azione complessiva come papa. I bilanci ovviamente si potranno fare solo a pontificato concluso, ma ritengo altamente improbabile che i prossimi anni di Benedetto XVI (e gli auguro di averne ancora molti) possano comportare modifiche in una rotta che è stata chiara fin dall’inizio: la guerra a oltranza contro la modernità illuminista in tutti i suoi aspetti salienti."  
 
  L'AUTORE  
Paolo Flores d'Arcais