Home Page
Casa editrice
Novità
Catalogo
Autori
Collane e Generi
Appuntamenti
Trailer
Foreign Rights
Contatti


newsletter

 



  Vai al sito www.illibraio.it   
  L`ASSASSINO CIECO
Margaret Atwood
Traduzione di Raffaella Belletti
Narrativa
Collana: Romanzi
Pagine: 638
Prezzo: € 24.00
In libreria dal: 4 Settembre 2014
Libro  disponibile

   
 
 IL LIBRO  
«Dieci giorni dopo la fine della guerra mia sorella Laura volò giù da un ponte con un’automobile». Sono queste le prime inquietanti parole con cui Iris Chase, a ottantadue anni, decide di iniziare il racconto delle tormentate vicende della sua famiglia. Un racconto che è come un grande fiume canadese: apparentemente placido, prima ipnotizza e poi rapisce senza lasciare scampo. Fin dall’inizio tuttavia il flusso della malinconica rievocazione di Iris viene interrotto in continuazione da voci estranee: da ritagli di giornale, da lettere, e soprattutto dagli stralci di un altro romanzo, torbido e disperato, firmato dalla sorella morta tragicamente: L’assassino cieco. Un romanzo sensuale e ruvido che si inserisce sempre più prepotentemente nel racconto di Iris, e che a sua volta ne contiene un terzo. Il protagonista dell’Assassino cieco, infatti, viene costretto dall’amante a riempire i lancinanti silenzi dei loro incontri con il racconto di un’enigmatica, rocambolesca storia di fantascienza pulp, ambientata su un pianeta inesistente – forse perché è l’irrealtà l’unico luogo in cui i due possono immaginare la loro storia d’amore.
Margaret Atwood – una delle grandi voci del Novecento – con questo libro dimostra le sue doti di straordinaria narratrice. Prima di arrivare alla rivelazione conclusiva, preparata pagina dopo pagina con pazienza inesorabile, ammalia il lettore con un romanzo che, come una scatola cinese, ne contiene molti, uno più emozionante dell’altro. Ricostruendo la saga di una famiglia borghese del Canada, ripercorre in chiave privata le vicende storiche e sociali di un intero secolo, e rivela un universo narrativo che è sublime e carnale, tragico e buffo come la vita stessa.
 
 
 I GIUDIZI  
"Il primo grande romanzo del nuovo millennio."
Newsday
"Un romanzo che ne contiene almeno tre, in un gioco di specchi magistrale che mantiene sospesi fino alla fine."
Natalia Aspesi
"Un romanzo travolgente, tecnicamente impeccabile, pieno di ironia che sa scavare a fondo nella sofferenza umana"
Il Venerdì di Repubblica
"È un romanzo d’amore, una saga familiare, un perfetto congegno noir, un’ottima opera letteraria."
Panorama
"L’assassino cieco è un libro complesso, che lavora su molti livelli diversi. Lungimirante, drammatico e magnifico sul piano della struttura, dimostra l’immensa gamma emotiva della Atwood, oltre alla sua capacità poetica di raccontare i dettagli e le verità della psiche."
La giuria del Booker Prize
"Una scrittura magistrale... aerte narrativa allo stato puro"
The New York Times
 
 
 UN BRANO  
"Ho riguardato quanto ho scritto finora, e mi sembra inadeguato. Forse c’è troppa frivolezza, o troppe cose che si potrebbero scambiare per frivolezza. Un’infinità di vestiti, di stili e colori oggi fuori moda, ali di farfalla cadute. Un’infinità di cene, non sempre molto buone. Colazioni, picnic, viaggi transoceanici, balli in costume, giornali, gite in barca sul fiume. Tutti elementi che non si combinano molto bene con la tragedia. Ma nella vita, una tragedia non è un urlo prolungato. Coinvolge tutto ciò che conduce a essa. Un’ora banale dietro l’altra, un giorno dietro l’altro, un anno dietro l’altro, e poi l’attimo improvviso: la coltellata, il proiettile esploso, il tuffo della macchina dal ponte."  
 
  L'AUTORE  
Margaret Atwood