Home Page
Casa editrice
Novità
Catalogo
Autori
Collane e Generi
Appuntamenti
Trailer
Foreign Rights
Contatti


newsletter

 



  Vai al sito www.illibraio.it   
  PERVERSIONI IN RETE
Le psicopatologie da Internet e il loro trattamento
Giorgio Nardone - Federica Cagnoni
Saggistica
Collana: Saggi di terapia breve
Pagine: 160
Prezzo: € 13.50
In libreria da 11 October 2002
Libro  disponibile

   
 
 IL LIBRO  
Quante cose ha portato con sé Internet? Negli ultimi anni, della Rete e di tutte le attività legate a essa si è parlato moltissimo. Le nuove tecnologie hanno rivoluzionato l’economia, il nostro modo di lavorare, di studiare, di pensare. E in qualche senso hanno anche cambiato il nostro modo di ammalarci perché nel corso di questi anni si sono sviluppate delle vere e proprie patologie legate a un uso eccessivo, sbagliato di Internet e dei suoi servizi.
In questo libro Giorgio Nardone e Federica Cagnoni applicano la terapia strategica in tempi brevi – ormai ampiamente collaudata nel campo delle fobie e degli attacchi di panico – ad alcune patologie emergenti legate a questo strumento tecnologico. Il modello di soluzione adottato discende dalla loro lunga riflessione ed esperienza legate ai disturbi dell’alimentazione e a quelli fobico-ossessivi. Anche in questo caso, la ricerca è rivolta non tanto alle caratteristiche distintive delle singole patologie, quanto verso la modalità di funzionamento sottostante che accomuna disturbi apparentemente molto lontani. Il paziente è guidato, attraverso prescrizioni paradossali, a infrangere quegli schemi compulsivi che lo tengono intrappolato nella Rete, per tornare nel giro di poche sedute alle attività e alle relazioni del mondo reale che ha abbandonato per la vita virtuale.
 
 
 I GIUDIZI  
"Come i pesci intrappolati all’interno di una rete da pesca non possono aiutarsi a vicenda per uscirne fuori, ma hanno bisogno di un aiuto esterno che indichi loro la strada, così riteniamo impossibile fornire una soluzione alle problematiche legate all’uso di Internet utilizzando esclusivamente le conoscenze relative al mezzo in questione ed estrapolate soltanto dal suo uso.
La strada che abbiamo deciso di adottare per indicare una via d’uscita a chi nella Rete è rimasto intrappolato èduplice: una esterna e una interna alla Rete. La prima è quella che prende le mosse dalla nostra esperienza di ricerca clinica, ovvero i trattamenti elaborati ad hoc e applicati con successo sulla patologia da uso di Internet presso il nostro Centro; in questo caso le soluzioni che funzionano permettono di conoscere il problema che hanno risolto. La seconda è quella fornita dalla Rete stessa e da molti strumenti che essa contiene e propone, l’utilizzo dei quali permette la visione dal punto di vista dell’utente."
 
 
  GLI AUTORI  
Giorgio Nardone
Federica Cagnoni